#FIFAWWC – Spagna – Cina: il pari non fa male

Cina e Spagna non si fanno male, e il risultato di 0 a 0 qualifica entrambe le formazioni: iberiche come seconda (e per la prima volta nella storia agli ottavi di finale di FIFA WWC) e Cina come migliore terza, grazie al “quota zero” delle ultime due nazionali nelle classifiche dei gruppi E e F.

A Le Havre giocano solo le “furie rosse” e il match è una sfida tra le 11 spagnole e il portiere cinese Peng Shimeng, costretta alla parata a terra al 39’ su colpo di testa di Hermoso, dopo che la Spagna era andata al tiro per due volte con Caldentey ed una con Torrecilla, capaci soltanto di mandare il pallone fuori dallo specchio della porta.

Nella ripresa, al 51’ Peng salva sulla linea un colpo di testa a campanile, respingendo 10’ dopo la conclusione da fuori di Guijarro destinata all’angolino basso. Il portiere cinese non si fa trovare impreparata su due conclusioni di Putellas: su punizione al 71’ e di testa al 79’.

Al 83’ e al 85’ è sempre Peng, MVP della partita, a intervenire in tuffo sul tiro di Guijarro e a respingere in corner il lob di Hermoso destinato sotto la traversa.

Più divertente (sicuramente non per la squadra sconfitta) è stato il match di Montpellier tra Sudafrica e Germania, con le europee che vincono per 4 a 0 e chiudono il girone B a punteggio pieno.

Alle tedesche bastano 14’ per passare in vantaggio con Leupolz, che sfrutta le marcature inesistenti della difesa sudafricana per colpire di testa.

La Germania crea tanto e si rende autrice di clamorosi errori davanti a Dlamini. Come al 17’ con Schweers che spara alto davanti al portiere e come Magull al 35’ (sul punteggio di 2 a 0). Ma mostra anche concretezza nel momento decisivo, come dimostrato al 29’ quando Daebritz mette a segno il tap-in vincente su conclusione deviata sul palo da Dlamini, e come al 40’ quando arriva il triss con il colpo di testa di Popp, brava a svettare su Ramalepe.

Nella prima azione gol della ripresa la Germania cala il poker. Dlamini tutt’altro che impeccabile su colpo di testa di Popp e Magull trova il tap-in vincente.

Il Sudafrica si vede soltanto al 71’ con la conclusione alta di Van Wyk, al 74’ quando Kgatlana scatta in posizione regolare e trova la grande risposta di Schult, autrice della sua prima ed unica parata della partita e al 87’ con il diagonale out di Malaudzi.

Le tedesche chiudono in avanti con Schueller, ma la sua conclusione termina addosso a Dlamini.

Annunci

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...