#FIFAWWC – USA agli ottavi nel segno di Lloyd. Endler strepitosa

Gli Stati Uniti rispondono al successo della Svezia battendo il Cile per 3 a 0. La vittoria ottenuta contro le sudamericane permettono alle campionesse del mondo di salire a quota 6 in classifica del gruppo F, con lo scontro diretto contro la Svezia che tra quattro giorni decreterà la prima e la seconda classificata del girone, con qualificazione alla fase finale già ottenuta dalle due contendenti.

Il portiere cileno Endler MVP della partita ed autrice di una prova superlativa soprattutto nella ripresa; per gli States Carli Lloyd è stata la migliore in campo, autrice di una doppietta nel primo tempo e di un rigore (in realtà fallo avvenuto fuori area, ndr) calciato fuori.

Gli USA cambiano 7/11 rispetto alla formazione iniziale messa in campo contro la Thailandia, con le sole Naeher, Ertz, Dahlkemper e Horan che partono dall’inizio.

Non cambia la sostanza e nemmeno il parziale del primo tempo, concluso dalle statunitensi sul punteggio di 3 a 0.

Dopo la doppia occasione da gol al 4’ in cui il Cile rischia prima l’autogol e poi viene salvato dal palo su tiro di Lloyd, gli USA passano in vantaggio proprio con la n°10 che insacca con un sinistro al volo da dentro l’area di rigore.

Tre minuti dopo ancora Lloyd trova la risposta di pugno di Endler, la quale capitola al 26’ su torsione di testa di Ertz, brava nell’occasione sia ad indirizzare perfettamente il pallone in rete sia nell’anticipare Zamora.

E sempre di testa arriva il tris statunitense al 35’ con Carli Lloyd, su azione da corner come in occasione del gol precedente, con la #10 che anticipa sul tempo Guerrero e realizza la sua doppietta personale.

Nella ripresa Endler è autrice di due parate miracolose al 55’ ed al 58’: nel primo caso respinge di piede una conclusione di Horan, nel secondo toglie dall’incrocio dei pali una palla forte e ben indirizzata da Pugh.

E dopo aver benedetto il palo che al 62’ la salva su conclusione di McDonald, al 66’ torna nuovamente protagonista smanacciando un colpo di testa angolato di Pugh, mentre al 72’ è la traversa a salvarla su colpo di testa di Lloyd.

Al 80’ l’arbitro assegna un calcio di rigore agli Stati Uniti dopo aver consultato il VAR (fallo avvenuto fuori area, ndr): Lloyd lo tira fuori.

 

STATI UNITI – CILE 3-0 (11’ e 35’ Lloyd, 26’ Ertz)

USA: Naeher; Krieger, Dahlkemper, Sauerbrunn, Davidsson; Brian, Ertz, Horan; Press, Lloyd ©, Pugh. All. Jill Ellis.
Cile: Endler ©; Galaz, Guerrero, Saez, Toro; C. Soto, Araya, Lara; Zamora, Urrutia, Balmaceda. All. Jose Letelier.

Arbitro: Hussein (GER). Assistenti di linea: Cockburn (SCO) e Tepusa (ROU). 4° ufficiale: Staubli.
VAR: Turpin (SUI, referee), Striletska (UKR, offside), Fischer (CAN, assistant).

NOTESpettatori: 45594 persone. Ammonite: Horan, Lara, Huenteo, Long, Galaz. Recupero: 2’ pt, 5‘ st.
Sostituzioni: McDonald per Ertz e Lopez per Soto al 46’, Long per Horan al 59’, Huenteo per Urrutia al 68’, Sonnett per Dahlkemper al 82’, Pardo per Lara al 89’.

Annunci

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...