#FIFAWWC – Gli USA fanno 13 con la Thailandia. E Morgan ne segna 5

Non è il Totocalcio, ma gli Stati Uniti fanno 13 lo stesso. La nazionale campione del mondo in carica batte la Thailandia per 13 a 0 davanti ai 18591 dello stadio Auguste-Delaune di Reims, realizzando così il record di partita con il maggior risultato fatto registrare in una partita della FIFA WWC.

La donna copertina di questa partita e sicuramente di questo inizio di Mondiale è Alex Morgan, che ha messo a segno una fantastica cinquina e che capace di realizzare gol tutt’altro che banali.

Al di là del tasso tecnico piuttosto basso e di un divario tecnico ed atletico molto ampio tra le due formazioni, ciò che impressiona di questa nazionale a stelle e strisce è la fame di campo, la voglia di arrivare per prime ad ogni pallone e di andare a segno, cosa che questa sera ha portato ad un punteggio che ha sicuramente distrutto il morale delle thailandesi e preoccupato le concorrenti per la vittoria della Coppa del Mondo.

Chor Charoeying para in due tempi su conclusione di Mewis al 4′, ma deve capitolare per la prima volta al 12′ quando O’Hara serve il pallone meravigliosamente sulla testa di Alex Morgan, che realizza il suo gol numero 102 con la maglia della nazionale a stelle e strisce.

Per il raddoppio bisogna aspettare soltanto otto minuti e ad andare a bersaglio è Lavelle, complice anche l’intervento non preciso del portiere thailandese.

Morgan manda alto al 22′, Thongsombut mette a referto la sola conclusione delle asiatiche, Horan sfrutta una palla vagante in area per calciare sotto la traversa e portare gli States sul 3 a 0 al minuto 32.

In chiusura di tempo gli USA concludono per tre volte nello specchio della porta thailandese, trovando due respinte di Chor Charoenying ed una di un difensore avversario.

Primo tiro importa della ripresa, quarto gol degli Stati Uniti al minuto 50′: Mewis controlla dentro l’area di rigore e lascia partire una conclusione che trova una decisione di Chinwong rendendolo imprendibile per il portiere thailandese.

Al 53′ gli States calano il pokerissimo: da schema su calcio da fermo Horan spizzica di testa per Alex Morgan che a un metro dalla linea di porta realizza il suo gol numero 103. Un minuto dopo Mewis (800° gol nella storia della FIFAWWC) è rapace in area di rigore e di sinistro va a segno per il 6 a 0, al 56′ Lavelle va ancora a segno su assist di Mewis.

Al 67′ due conclusioni a testa per Alex Morgan e la neo entrata Carli Lloyd, brava il portiere a salvarsi a più riprese. Al 74′ Morgan fa tutto da sola: controllo, dribbling e tiro imprendibile per Chor. Otto a zero USA e pallone da portare a casa.

In due minuti gli States arrivano a quota dieci: al 79′ va a segno la Rapinoe che giunge in spaccata sull’assist dalla destra di O’Hara, al 81′ Morgan cala il poker con un tiro di sinistro a giro che si infila alla destra di Chor.

Clamorosamente manca l’appuntamento con il gol Carli Lloyd , che al 84′ spara alto dal limite dell’area piccola. Non fa lo stesso Pugh, che al 85′ dribbla il portiere e insacca per l’11 a 0.

Abbiamo già parlato di Alex Morgan? Al 87′ altra giocata a liberarsi dell’avversaria e gol n°106 con la maglia statunitense. E la rete del 12 a 0 segna il nuovo record di gol in una partita ufficiale dei Mondiali.

E il record viene ritoccato al 90+2′ da Carli Lloyd, la sola tra le storiche a mancare nel taccuino dei marcatori, che con un tocco di fino in area di rigore supera Chor Charoenying per il 13 a 0.

 

USA – THAILANDIA 13-0 (12′, 53′, 74′, 81′ e 87′ Morgan, 20′ e 56′ Lavelle, 32′ Horan, 50′ e 54′ Mewis, 79′ Rapinoe, 85′ Pugh)

USA: Naeher; O’Hara, Dahlkemper, Ertz, Dunn; Lavelle, Mewis, Horan; Heath, Morgan, Rapinoe (C). All. Jill Ellis.
Thailandia: Chor Charoenying; Phetwiset, Saenkhun, Chinwong, Srangthaisong; Sung-Ngoen, Boothduang, Phancha, Intamee, Thongsombut; Nild. All. Nuengrutai Srathonguian.

Arbitro: Laura Fortunato (ARG). Assistenti di linea: Mariana De Almeida (ARG) e Mary Blanco (COL). 4° ufficiale: Claudia Umpierrez (URU). VAR: Mauro Vigliano (ARG, referee), Sarah Jones (NZL, offside), Jose Maria Sanchez (ESP, assistant).

NOTEAmmonite: Dangda. Recupero: 2′ pt, 3′ st.
Sostituzioni: Khueanpet per Boothduang al 35′, Lloyd per Lavelle e Presss per Heath al 57′, Dangda per Thongsombut al 65′, Pugh per Ertz al 69′, Srimanee per Phetwiset al 71′.

Annunci

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...