Alexia Putellas

Alexia Putellas e i tre sogni nel cassetto

Nello sport non bisogna smettere di inseguire i propri sogni, come fanno solitamente gli innamorati del pallone quando lo inseguono correndo sul prato verde.

Se l’immaginazione porta ad immaginare noi o a pensare ai chilometri fatti da Holly Hutton su un campo da calcio (lungo di suo 20 km), la realtà porta a parlare di Alexia Putellas, classe 1994 del Barcellona e della nazionale spagnola, oltre ad essere membro della squadra Team VISA che patrocina il calcio femminile a livello mondiale.

E quel pallone che insegue su un campo da calcio rappresenta tre sogni che la spagnola vorrebbe realizzare. In primis la conquista della Liga, cosa possibile soltanto se avvenisse un harakiri in pieno stile 5 maggio interista da parte dell’Atletico Madrid con contemporanea vittoria del Barcellona (l’arrivo a pari punti premierebbe il Barça per via degli scontri diretti vinti).

Il secondo sogno si chiama UEFA Women Champions League, che le blaugrana potranno giocarsi nella finalissima di Budapest prevista per il 18 maggio contro lo squadrone dell’Olympique Lione.

Il terzo si chiama Mondiale di Francia 2019, perché in fondo al cuore di ogni calciatore e calciatrice è forte il desiderio di alzare quella Coppa del Mondo capace di farti toccare il cielo con un dito.

Tre desideri che la calciatrice iberica ha raccontato in un’intervista rilasciata alla testata sportiva MARCA, cominciando dalla storica prima qualificazione del Barça alla UWCL conquistata davanti al pubblico amico presente al Mini Estadi. Una gioia grande che le porterà a giocarsi il tutto e per tutto con le detentrici del titolo.

«In una partita può essere meno complicato, ma è ugualmente difficile perché sono le migliori giocatrici del mondo, ognuna per ruolo. Vi è meno distanza con loro e quest’anno la Champions ha dimostrato che sono mortali. Siamo passate dal non avere alcuna possibilità al fatto che esista l’opzione di vincerla. Se diamo la nostra migliore versione nel collettivo e loro non sono in buona giornata, potremmo batterle», dichiara la Putellas.

Ma prima di pensare alla Champions c’è l’ultimo appuntamento della stagione con la Liga Iberdrola, dove (come già anticipato) serviranno tre punti blaugrana e zero della leader Atleti per mettere le mani sullo scudetto di Spagna.

Il doblete è una possibilità un po’ remota, e stando ai bookmakers le quotazioni di un Barça Femenì senza titoli è piuttosto bassa. «Siamo arrivate al finale di stagione con possibilità in tutte le competizioni. Dopo l’eliminazione dalla Coppa de la Reina per mano dell’Atleti, abbiamo possibilità nella Liga e nella Champions, – continua la Putellas – . Creo che le sensazioni sono molto positive e che seguiamo la retta via potremmo raggiungere molti titoli in futuro».

E se vi fosse un Barça – Real Madrid nella Liga Iberdrola? Per ora è soltanto un’ipotesi, ma in futuro potrebbe esserci e alla Putellas piacerebbe giocarlo, nonostante conosca il pensiero della presidenza madrilena.

«Mi piacerebbe giocarlo, ma sono anni che rimandano e quando sembra possibile, non avviene. Vorremmo che ciò avvenga, ma il Real Madrid non vuole investire».

Per leggere l’intera intervista di MARCA alla Putellas, cliccate qui (il testo è completamente in lingua spagnola).

 

Foto: Ángel Rivero (MARCA)

Annunci

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...