UWCL

UWCL – Lione e Barça accedono alla finale di Budapest

Saranno Olympique Lione e Barcellona a contendersi la UEFA Women Champions League nella finalissima che si giocherà a Budapest il 18 maggio alle ore 18.

Non è una novità per quanto riguarda la formazione francese, alla ricerca della sua quarta UWCL consecutiva, ma lo è bensì per la formazione catalana che centra la qualificazione eliminando il Bayern Monaco con lo stesso punteggio dell’andata (1-0).

LONDRA – Il Chelsea ha provato a compiere l’impresa sportiva contro un OL dato per favorito dai bookmakers e che non ha deluso le aspettative passando in vantaggio al 17′ con Le Sommer, brava a chiudere un’azione partita dall’assist sulla destra di Cascarino con assist di Hegerberg per la 9 francese, sul cui tiro Mjelde devia quanto basta a infilare Berger.

Il Chelsea recrimina per un fallo di mano di Bronze non sanzionato con la massima punizione, ma si rifà al 31′ quando Ji trasforma alla perfezione una punizione calciata da dentro la mezzaluna dell’area di rigore.

Al Chelsea manca un gol per portare l’OL ai supplementari e al 59′ va vicinissima alla seconda rete, non fosse per quel palo colpito da Carney e che ancora rimbomba all’interno dell’impianto di gioco.

Berger tiene a galla le Blues respingendo le offensive avversarie, Bouhaddi ci mette il corpo nel vero senso della parola per respingere sulla linea la conclusione di Bright a distanza ravvicinata (minuto 66), Marozsan da corner riesce a centrare la traversa.

Sui piedi Spencer arriva la ghiotta opportunità per il pari ma sprecata malamente, così come al 92′ Hegerberg potrebbe timbrare il cartellino, sparando alle stelle da posizione favorvole.

BARCELLONA – Al Mini Estadi il Barça porta la Catalogna alla prima finale della massima competizione, concedendo il bis al Bayern con lo stesso 1 a 0 con cui aveva concluso la partita di andata a Monaco di Baviera.

La finale di Budapest perderà però l’ex di turno Hamraoui, espulsa al 70′ per doppia ammonizione e che di conseguenza salterà per squalifica il match conclusivo della manifestazione.

Le bavaresi non hanno altro risultato che la vittoria per mettere le mani sul pass per Budapest e Skorvankova ci prova subito al minuto 7′, ma il suo rasoterra non impensierisce Paños nella stessa misura con cui Benkarth para a terra il tiro da fuori area di Martens.

Forte e chiaro è il frastuono del palo centrato da 25 metri dalla Leupolz al 32′, così come il rammarico del Mini Estadi alle conclusioni di Hamraoui e Torrejon terminate entrambe a lato.

Ma l’esplosione di gioia arriva nel recupero: placcaggio rugbystico di Lewandowski su Martens in piena area di rigore e penalty realizzato da Mariona, brava a spiazzare Benkhart.

Nella ripresa le tedesche partono alla ricerca del pari e sul colpo di testa di Skorvankova la Paños compie un vero e proprio miracolo respingendo con l’aiuto del palo, a cui segue una parata ben più agevole sul tiro tutt’altro che temibile di Lewandowski.

La neo entrata Andreassa ha sui piedi due incredibili occasioni da gol: sulla prima si morde le mani per aver sciupato a tu per tu con Benkarth, sulla seconda è l’estremo difensore tedesco a compiere un intervento stilisticamente spettacolare sul tiro a giro della 10 della catalane.

Ma tutto ciò non crea danni al Barça che può festeggiare uno storico approdo alla finale di UWCL.

 

Annunci

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...