Burdisso mostruoso, Detti replay record. Sette pass per la Corea

Pronti, via! e la prima giornata dei campionati italiani assoluti primaverili 2019 di nuoto in svolgimento a Riccione, ci regala prestazioni di grande rilievo con Burdisso e Detti che dettano legge su tutti, e con sette pass mondiali per l’evento internazionale in Corea del Sud.

L’exploit di giornata è quello del delfinista Federico Burdisso (Tiro A Volo Nuoto), che migliora il suo primato sui 200 farfalla di oltre 2″ e soprattutto fissa il nuovo primato nazionale (che per via dell’età dell’atleta diventa anche cadetti e juniores) in 1’54″64, migliorando di 96 centesimi il tempo fissato da Carini nel 2017.

E ci è mancato poco che il più vecchiotto Gabriele Detti (Esercito/In Sport Rane Rosse) facesse lo stesso sui 400 stile libero, dove ha eguagliato al centesimo il suo record italiano di 3’43″36, con appuntamento rinviato ai Mondiali di questa estate. Ciò che probabilmente non rinvierà sarà l’operazione matricola ai danni del secondo classificato De Tullio, a maggior ragione dopo il tempo che ha permesso all’atleta Fiamme Oro/Sport Project) di volare in Asia.

Che la componente maschile abbia il fuoco dentro in questa prima giornata di campionati lo dimostra anche Andrea Vergani (Carabinieri/Nuotatori Milanesi) sui 50 stile libero, dove con il suo 21″53 va a 0.16″ dal suo record italiano e facendo segnare un tempo coi controc***i.

Record juniores per Thomas Ceccon (Fiamme Oro/Leosport) sui 50 dorso (25″20) ma niente  biglietto per la Sud Corea, strappato invece da Martina Carraro (Fiamme Azzurre/NC Azzurra 91) e Arianna Castiglioni (Fiamme Gialle/Team Insubrika) prima e seconda sui 100 rana, e dalla sempre vincente Simona Quadarella (Fiamme Rosse/CC Aniene) sugli 800 stile libero, seppur con una seconda parte di gara che non l’ha soddisfatta del tutto.

Tutt’altro che soddisfatta, anzi infuriata è Ilaria Cusinato (Fiamme Oro/Team Veneto), che vince i 400 misti nuotando la frazione a stile con un crono definito “da esordiente” dalla stessa veneta, e che non le permette di scendere sotto il tempo limite per andare ai Mondiali.

Dulcis in fundo la staffetta 4×100 stile libero donne vinto dai Carabinieri (Di Liddo, Ceracchi, Biagioli e Di Pietro) davanti all’Esercito ed alle Fiamme Oro.

 

Crediti foto – Giorgio Scala/Deepbluemedia.eu

Annunci

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...