Serie A – “La Premiére” alla Juventus, Atalanta corsara a Roma

Nella giornata della “Premiére” all’Allianz Stadium di Torino, che ha stabilito il nuovo record di spettatori per un match di calcio femminile in Italia con 39027 persone presenti allo stadio della Juventus, le campionesse d’Italia in carica vincono di misura sulla Fiorentina portando a quattro le lunghezze di vantaggio sulla compagine viola, quando al termine del campionato mancano soltanto tre giornate.

Clima festoso e molto caldo per essere soltanto il 24 marzo (e la diretta SkySport mai renderà l’idea di quanto si potesse crepare di caldo), match molto combattivo giustificato dalla posta in palio e dalla possibilità per le viola di infliggere un ko a domicilio e prendersi la testa della classifica.

Con una perdita troppo importante, quella di Cecilia Salvai, infortunatasi nella ripresa e riguardo cui il comunicato ufficiale è stato impietoso: lesione del legamento crociato anteriore del ginocchio sinistro, che in poche parole significa fine della stagione e addio ai Mondiali di Francia 2019.

Le mosse di Cincotta mettono in difficoltà la Juventus e bloccano il potenziale d’attacco del trio Girelli-Aluko-Bonansea, mettendo in difficoltà coach Guarino che prova a cambiare disposizioni davanti senza trovare le risposte richieste.

Ne scaturisce una partita molto tattica e poco spettacolare, con Girelli che coglie una traversa per tempo e con la Fiorentina che fa anche meglio centrandone due in un minuto con Alia Guagni che non è nemmeno fortunata sul rimbalzo del pallone che non oltrepassa la linea, e con la traversa di Ilaria Mauro sul successivo calcio d’angolo.

La sensazione è che la Fiorentina possa poter vincere la partita, ma a cambiare in breve tempo le cose arrivano l’uscita per crampi di Ilaria Mauro e l’uscita a vuoto del portiere Durante su lancio di Boattin dalla trequarti, cosa che all’84’ consente alla Pedersen di staccare di testa ed insaccare per il gol vittoria.

 

ATALANTA, TRE SCOPPOLE ALLA ROMA

Ha del clamoroso il risultato del primo dei due posticipi della 19esima giornata, quello giocato al Tre Fontane di Roma tra la AS Roma e l’Atalanta Mozzanica.

Le bergamasche impiegano meno di 8′ per infliggere il primo dispiacere alla squadra allenata da Di Filippo: Scarpellini strappa pallone a Simonetti al limite dell’area e Martinovic insacca alla destra di Pipitone.

Non manca la reazione della Roma e arriva con un calcio di punizione di Serturini che Lemey smanaccia a lato evitando il pareggio giallorosso.

Nella ripresa le capitoline provano a inseguire il pareggio, ma le conclusioni non sembrano impensierire più di tanto l’estremo difensore neroazzurro.

Dall’altra parte, invece, l’Atalanta Mozzanica diventa letale nelle poche occasione costruite. Come al minuto 79′ quando Mandelli pennella un cross che Kelly spedisce di testa per il raddoppio. La stessa 44 al 93′ fa tris andando via a Lipman ed insaccando con un rasoterra su cui nulla può Pipitone.

 

Foto copertina – Juventus FC 

 

Annunci

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...