Se Son Rose … (un domani forse fioriranno)

Forse è un bene che il 2018 povero di idee cinematografiche stia giungendo alla sua conclusione ed è un male che nemmeno Leonardo Pieraccioni sia riuscito bonificare un terreno arido di novità e di commedia italiana capace di soddisfare le aspettative degli spettatori.

“Se Son Rose…” è l’ultimo lavoro cinematografico del regista ed attore toscano, che nelle intenzioni avrebbe dovuto regalare una trama gradevole ed un film di altrettanto stampo, forte di un buon set di attori quali Claudia Pandolfi, Massimo Guidi, Elena Cucci, Vincenzo Salemme ed altri ancora.

La trama non è nemmeno malaccio, ma è troppo piatta e senza alcun colpo di scena, con un finale che porca miseria mi ha sì lasciato l’amaro in bocca, portando al ribasso il mio personale giudizio che lo relega ad una misera sufficienza.

Parlando della storia che viene narrata in “Se Son Rose…”, il protagonista è Leonardo Giustini (interpretato da Leonardo Pieraccioni), giornalista che scrive sul web di tecnologia ed innovazione, arretrato nell’utilizzo di neologismi e appassionato di fughe davanti alle responsabilità della vita di coppia.

Il fatto di non avere voglia di impegnarsi sentimentalmente nemmeno con Ginora, ribattezzata “48” per il suo quoziente intellettivo, porta la figlia Yolanda ad un’azione che metterà il suo babbo davanti alle ex del suo passato, partendo dalla pia Benedetta che ama dare una “mano sessuale” ai disabili, e toccando Elettra da cui fuggirà nonostante il tentativo iniziale di fare da terzo babbo ai suoi gemelli pestiferi, la “mi rimembri le poppe” Angelica e la …. boh, donna che vuol diventare uomo Fioretta.

Con Fabiola punto finale che chiude l’anello delle ex, e che ha una importanza più delle altre in quanto mamma della sua figliola Yolanda, che sarà l’elemento chiave che aprirà la mente a Leonardo sul lato sentimentale.

Una chiosa è d’obbligo. Se vero che se son rose fioriranno, in questo caso caro Pieraccioni s’è sbagliato stagione e questo film non può trovare fioritura senza raggi di sole d’un principio di primavera.

Annunci

Un commento

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...