IMPRESIONANTE! Un blogger italiano a Radio Marca

Calma, calma, calma, calma, calma! Non sono stato ingaggiato dalla radio spagnola e non vi libererete di me, almeno per ora.

Ciò che vi scrivo adesso è la storia curiosa raccontata a Radio Marca, che per chi non la conoscesse è la migliore radio sportiva di tutta la Spagna e a mio avviso di tutto il continente europeo.

Ero stato contattato dalla loro redazione dopo aver pubblicato un tweet in cui dicevo che stavo studiando spagnolo ascoltando la loro radio, e tutto ciò è assolutamente vero. Quasi per scontato il retweet, tutt’altro che scontato il fatto di essere invitato da loro a parlarne in diretta radiofonica sull’asse Italia-Spagna e l’esperienza è stata davvero divertente, anche perché il 40% del mio castigliano parlato poteva comprenderlo solo Luigi Del Neri.

So che moltissimi di voi non avranno ascoltato la diretta, dato che erano le 22:40 e al venerdì solitamente si vede un film o si va a fare serata, quindi cercherò di essere breve spiegandovi di che s’è parlato.

Per cominciare, la storia curiosa di un blogger italiano (la cosa mi ha inorgoglito parecchio) che studia castigliano ascoltandoli e del perché io lo faccia, spiegandogli che in assenza di persone con cui praticare la lingua, posso allenarmi con l’ascolto e con una lingua universale quale quella sportiva.

Si è continuato con l’outing verso di loro (con battuta spassosa dello speaker) e con una spiegazione di quello che faccio in vita mia: un NON periodista (giornalista per noi italici) appassionato di sport, che nella vita fa lo steward e la mascotte in eventi nei centri commerciali e fiere, tanto che lo speaker se ne è uscito con “immagino Mirko vestito da Dracula con in testa la scritta Radio Marca”.

E poi una battuta scherzosa sulla Liga senza CR7, forte del mio essere juventino. Una combo che ha colpito dato che è tifoso dei blancos 😀

Concludendo con una promessa che diventa presto debito: il giorno in cui saprò bene lo spagnolo e potrò viaggiare in Spagna, andrò a trovarli in studio per parlare di sport insieme a loro, che oramai sono diventati i miei professori e compagni di viaggio in queste mie lunghe giornate.

Per ascoltare il mio intervento, cliccate qui (dal minuto 42:15).

Annunci

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...