Hotel Transylvania 3

Una vacanza in crociera rischia di trasformarsi in un incubo per Dracula ed i suoi amici

Mi vien da pensare che ogni tanto i famosi detti come “non c’è due senza tre” non andrebbero presi proprio alla lettera, alla luce di quello che è il prodotto finale di Hotel Transylvania 3 (nel caso di Mission Impossible Fallout, “e il quarto vien da sé” andrebbe completamente rimosso).

I nostri amici Dracula, sua figlia Mavis, Jonathan, Frankestein, figli, amici, nipoti, animali e chi più ne ha più ne metta, sono tornati dopo i successi dei primi due capitoli della saga Transylvania, cercando di offrire la stessa dose di divertimento ma non riuscendo nell’intento, lasciandomi una buona dose di noia e mettendomi davanti ad un finale che sinceramente andava rivisto per migliorarlo e renderlo più appassionante.

Il film passa in fretta dall’iniziale presenza dei nostri amici “mascherati” a bordo di un treno per non essere riconosciuti dagli umani e dai controllori (ma giusto perché non sono di Trenitalia, sennò non ci sarebbe stato bisogno) ad una meritata vacanza per Dracula & Co., merito del regalo della figlia Mavis che finalmente schioda il padre dalla gestione del suo hotel con l’intento di farlo rilassare un po’.

La bontà d’animo della figlia cozza pesantemente con la gelosia che lei stessa ha della comandante della nave da crociera, Ericka Van Helsing, nel momento in cui la stessa comincia a flirtare con Dracula, il quale è vedovo da due secoli e non vede un pelo di umana dai tempi dei buoi tirati.

La figlia appare una gran scassa palle, ma l’atteggiamento è giustificato quando si scopriranno le intenzioni della comandante e di suo nonno Abraham, il cui inseguimento al fine di catturare Dracula ricorda molto quello di Willy il Coyote con Road Runner oppure quello di Zenigata con Arsenico Lupin.

Sta di fatto che quella che avrebbe dovuto essere una piacevole vacanza per Dracula e soci sta per trasformarsi in un incubo.

 

Annunci

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...