Xiaomi Mi Pad 4, un acquisto “consapevole”

Vi spiego perché può valere la pena acquistarlo e a chi non è adatto

C’è una domanda che da qualche anno è sempre ricorrente nel mondo della tecnologia: ha ancora senso acquistare un tablet?

La risposta più schietta porterebbe a dirvi di no, a meno di non avere un iPad, perché gli smartphone hanno raggiunto dimensioni e funzioni tali che il tablet è un prodotto che riguarda una nicchia molto stretta.

A meno che non vi serva uno schermo grosso e abbiate necessità di studio o di vedere film su pollici più grandi senza scomodare il pc. In questo caso potreste optare per un tablet.

Da qualche giorno sto provando Xiaomi Mi Pad 4, tablet da 8 pollici di diagonale schermo che al tatto è abbastanza pesantuccio per via degli oltre 300 grammi, ordinato su honorbuy.it nella versione solo Wi-Fi (c’è anche in LTE a una ventina di euro in più).

Ho detto che non avrei più acquistato smartphone Xiaomi è così ho fatto. Ma il tablet mi mancava.

Il dispositivo fa della sua autonomia il punto di forza, ringraziando i 6 mila mAh e la gestione perfetta della MIUI, che nel mio caso rende un bijoux il suo utilizzo tra studio lingue, browsing, un po’ di social (e dico un po’, non sono dipendente!), ascolto musica e video in streaming.

 

La ROM non è in italiano

Mi Pad 4 non è un dispositivo adatto a chi non è capace di smanettare e che di conseguenza vuole il device pronto “out of the box”.

Infatti, la ROM presente è quella cinese/inglese, il che significa niente multilingua e niente italiano, e niente Play Store di Google installato.

Questo è determinato dal fatto che il dispositivo arriva in Italia su importazione degli store online e, di conseguenza, i negozi Xiaomi in Europa non ne sono dotati. E ancora di più non vi è una ROM “europea” da potervi installare in un secondo momento.

 

Play Store da installare a parte

Il fatto di non avere il Play Store di Google installato potrebbe mettere disagio, ma in realtà c’è un piccolo passaggio da fare per poter scaricare tutte le app dallo store di Big G.

Vi sconsiglio di farlo via App Store di Xiaomi perché gli aggiornamenti prenderebbero fisionomie cinesi, come mi è capitato con l’app LinkedIn.

La cosa migliore è quella di installarlo a parte, insieme a MoreLocale per avere la lingua italiana all’interno delle applicazioni (sarete costretti a settare la lingua ad ogni accensione/riavvio del tablet). Vi consiglio di seguire la procedura descritta sul sito GrossoShop, dato che ciò che è descritto per gli smartphone vale anche per i tablet.

 

Abilitare i permessi e le notifiche

La seconda seccatura per i non smanettoni e per gli svogliati è la necessità di abilitare i permessi e le notifiche.

Le ROM cinesi di default stroncano queste voci, quindi vi toccherà abilitare notifiche a schermo ed accessi vari per poter usufruire al meglio del dispositivo come se usaste una ROM europea.

Per evitare ritardi delle notifiche, sarà necessario disabilitare l’ottimizzazione della MIUI per applicazioni come Telegram, Gmail e social network vari.

 

Nuovo launcher e zero foto

Vi sono altri due punti che non mi hanno soddisfatto: il launcher stock di Xiaomi e il comparto fotografico.

Parto dal secondo: le foto sono sufficienti con la fotocamera posteriore e pessime con quella frontale, anche se in quest’ultimo caso ritengo miracoloso il funzionamento dello sblocco facciale in condizione di luminosità buona (scordatevelo quando il buio prende il sopravvento).

Non mi è piaciuta l’impossibilità di poter mettere il widget dell’orario in home page, dato che l’interfaccia per il tablet riserva una pagina “esclusiva” per i widget e non mi capacito di questa scelta.

Fortunatamente si può installare un launcher diverso come Nova Prime ed ovviare così al problema, con la fortuna di poter settare la colorazione del drawer, il numero di icone per riga e colonna su dock, home e menu app, le funzioni al doppio tocco, slide verso alto e basso con un dito e/o con due dita.

 

Annunci

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...