Europei 2018 – Svista fatale agli azzurri. Spagna in finale

Un errore arbitrale nega al Settebello i rigori per l’accesso alla finale

Si fanno tante campagne per evitare le distrazioni alla guida che sono una delle maggiori cause di incidenti stradali, ma altrettante bisognerebbe farne nei confronti di arbitri e (nel caso di Spagna-Italia) giudici di linea che pensano ai cavoli loro ancor prima che la partita finisca.

A pagare pegno della disattenzione della giudice di linea Kikalishvili è il Settebello, che con la bomba di Figlioli era andato a segno per quello che sarebbe stato l’8-8 con la possibilità di giocarsi l’accesso alla finalissima degli Europei ai tiri di rigore.

La grave disattenzione costa cara agli uomini di Sandro Campagna, ma ad essa non bisogna accreditare la sola ragione della sconfitta azzurra. E in questo sia coach Campagna sia i giocatori azzurri intervistati sono stati molto onesti nel sottolineare che gli errori del Settebello sono stati pagati a caro prezzo quando con più cinismo ed attenzione avrebbero potuto tenere a debita distanza Lopez Pinedo (intellettualmente antisportivo) e soci.

staccio

Dopo 30″ Bodegas fa scoppiare il primo urlo tinto d’azzurro, ma è un fuoco di paglia perché in maniera incredibile la Spagna riesce a piazzare un significativo 4-0 che mette i brividi agli azzurri.

Coach Campagna richiama i suoi con un time-out e li stimola a dovere, tanto che tra il secondo e il terzo periodo il Settebello ricambia il parziale di 4-0 e si porta avanti sul 5-4 grazie alla rete di Di Fulvio.

Cresce la tensione e con essa l’intensità del match, con Mallarach che pareggia e con l’uno-due firmato da Di Fulvio, che sembra spianare la strada verso la finalissima. Ma i conti si fanno con l’oste e la Spagna presenta agli azzurri un conto salatissimo con un parziale di 3-0 che consente il sorpasso decisivo con la rete di Fernandez nell’ennesima azione spagnola con l’uomo in più.

Il finale è già stato descritto e lascia l’amarezza in bocca per come è scaturita l’impossibilità di giocarsi l’accesso alla finale, ma anche per la maniera con cui il Settebello è riuscito a perdere un match che aveva in mano.

 

SPAGNA – ITALIA 8-7 (parziali: 1-1, 3-2, 1-3, 3-1)

Spagna: Lopez Pinedo, Munarriz Egana 1, Granados Ortega 1, Del Toro Dominguez, Minguell Alferez, Larumbe Gonfaus, Cabanas Pegado, Fernandez Miranda 1, Tahull Compte 2, Perrone Rocha 1, Mallarach Guell 2, Bustos Sanchez, Lorrio Bejar.
All.: Martin.
Italia: Del Lungo, F. Di Fulvio 3, Molina Rios, Figlioli, A. Fondelli, Velotto, Renzuto Iodice 2, Gallo, N. Presciutti, Bodegas 1, Echenique 1, Bertoli, Nicosia.
All.:Campagna.

Arbitri: Margeta (Slo) e Stavridis (Gre).
NOTE – Uscito per limite di falli Minguell (S) a 5’44 del quarto tempo. Superiorità numeriche: Spagna 6/13, Italia 4/13. Ammonito per proteste il tecnico Martin (S) a 4’31 del quarto tempo. Spettatori: 4000 circa.

Foto copertina ed articolo – Andrea Staccioli (insidefoto.com e deepbluemedia.eu)

Annunci

2 commenti

    1. Ciao, per chi approccia per la prima volta a questo sport la cosa è del tutto normale in virtù di una certa complessità di questa disciplina sportiva che si comprende a pieno solo col passare degli anni

      Mi piace

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...