Jurassic World 2 – Il regno distrutto

Il film diretto da Juan Antonio Bayona si mostra in buona parte interessante, ma senza effetti wow

Siamo in una nuova era. Benvenuti a Jurassic World. E ora cari essere umani sono davvero cavoli vostri, gli stessi di coloro che aspettavano un effetto wow in questa nuova pellicola della serie giurassica.

L’effetto che colpisce lo spettatore non dev’essere ricondotto soltanto alla componente grafica ed ai dettagli dei dinosauri, bensì a qualcosa di innovativo che renda unica la pellicola. E di certo la scelta di ripartire di nuovo con la necessità di mettere i dinosauri in gabbia non giova.

Nonostante le novità mancanti, Jurassic World 2 non si mostra come un film a cui sconsigliare la visione e a cui posso dare una valutazione di 3,4 stelle, con la curiosità prima o poi di vedere le scene più violente che a quanto pare sono state tolte nella versione italiana proiettata da qualche giorno nelle sale cinematografiche, per vedere se l’alta tensione e la crudeltà delle scene avrebbe potuto elevare la valutazione.
1528379815_Jurassic-World-Il-Regno-Distrutto_1280-1280x536.jpg
La pellicola girata da J.A. Bayona comincia in maniera molto soft con il Mosasauro che trolla un gruppo di ricercatori statunitensi finiti nella sua laguna per recuperare il DNA dell’appena deceduto Indominus Rex. Risultato finale: sommergibile distrutto, fuga dei ricercatori e del Mosasauro che così diventa il nuovo re dell’oceano.

Il dibattito sui dinosauri di Isla Nubar, che secondo teorie dovrebbero essere lasciati morire dagli effetti catastrofici delle eruzioni vulcaniche che minano anche l’esistenza dell’uomo, porta la dottoressa Zia Rodriguez (Daniella Pineda), il dottor Wu (BD Wong), Claire Dairing (Bryce Dallas Howard) e successivamente Owen Grady a volare verso l’isola per salvare il velociraptor Blue, l’ultimo rimasto sul pianeta Terra e a cui Owen è legato. Il tutto con il benestare di Benjamin Lockwood (James Cromwell), ricco anzianotto arzillo ed ex socio di John Hammond nella creazione della tecnologia di clonazione.

La missione potrebbe essere delle più semplici, rapide ed indolori, ma diventa solo l’inizio di una serie di eventi che metterà in pericolo la vita degli esploratori, esaltando la cattiveria del gruppo di soccorso guidato dal mercenario Ken Wheatley (Ted Levine) e la sete di denaro di Eli Mills (Rafe Spall).

Annunci

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...