Xiaomi e l’upgrade della serie Redmi Note

L’azienda cinese ha presentato i nuovi Redmi Note 5 e versione Plus in India

Qualche settimana fa l’azienda Xiaomi aveva presentato l’evoluzione della serie Redmi, che trovano nei nuovi Redmi 5 l’upgrade con schermi in 18:9 FullHD+.

Versione allungata e schermo in due primi anche per i nuovi Redmi Note 5 e versione Plus, che si differenziano dai predecessori che avevano fatto registrare il record di vendite in India e che avevano catturato l’attenzione dei consumatori italiani (sottoscritto compreso).

redmi-note-5-color-options-332ae7eba4eee82445342aa8f1f0deba7

Ma i Redmi Note 5 e Redmi Note 5 Plus presentati oggi in India presentano anche qualche bella differenza tra loro, soprattutto per quello che riguarda il comparto fotografico.

Tanto belli quanto grandi e la domanda che gli amanti del “mini” è: quando verrà presentato un device da 5,99″ in un corpo da 5″?

Prima di passare ai confronti, è bene sottolineare che i prezzi di vendita in India (variano da 180 euro a 220 euro, ndr) non sono da prendere in considerazione, considerando che se verranno venduti in Europa (e possibilmente con banda 20, che manca in quelli presentati oggi, altra ndr) subiranno la solita bella tassazione gonfia prezzi.


Cosa cambia rispetto al Redmi Note 4?

Cominciamo a vedere che cosa cambia rispetto a quel Redmi Note 4 che ha avuto un successo clamoroso in India e molti acquirenti qui in Italia.

Xiaomi evita di presentare lo stesso Snapdragon 625 presentato anche nel Redmi 5 e punta diritto allo Snapdragon 636 (con GPU Adreno 509 al posto del 506, ndr), di cui bisognerà attendere riscontri sulle performance per capire quanto inciderà in positivo o in negativo sulle prestazioni generali del dispositivo.

Cambia la lunghezza dello schermo di qualche millimetro, ma soprattutto cambia l’estetica con il passaggio da uno schermo in 16:9 (che sinceramente continua a piacermi) in favore del 18:9 che oramai è diventata la moda introdotta da quasi tutte le case produttrici. Lo schermo è FullHD Plus invece del FullHD che abbiamo imparato a conoscere in questi anni.

Oltre ai pochi millimetri in più in lunghezza, con un leggero risparmio in larghezza, c’è da segnalare l’aumento di peso di qualche milligrammo.


Note 5 Plus punta sulla doppia fotocamera

Il vero cambiamento dal punto di vista del comparto fotografico non riguarda il Redmi Note 5 ma il suo fratello maggiore, e parlare di copiatura del modello iPhone X diventa fin troppo facile.

Il Redmi Note 5 Plus punta sulla doppia fotocamera in verticale stile Apple, con presenza del dual flash tra i due sensori che sono da 12 megapixel Sony IMX486, f/2.2 con dual-tone LED flash, 1,25μm pixel size, PDAF e da 5 megapixel Samsung, f/2.0, 1,12 μm pixel size.

Come se non bastasse, Xiaomi attua il cambio di rotta anche sul frontale, dove viene abbandonata la vecchia fotocamera da 5 megapixel per adottarne una da 20 megapixel, utilissima per gli abusati selfie.

Per quello che riguarda la qualità delle immagini bisognerà attendere di testarlo nel quotidiano, per poter verificare la definizione degli scatti sia in condizioni di buona luce sia quando questa si riduce, nella speranza che questa volta l’azienda cinese abbia alzato il tiro anche sulla qualità fotografica.

Ultimo dettaglio non da poco da segnalare è la memoria minima/massima della RAM, che sul Plus sarà di 4 GB nella versione base e 6 gigabyte in quella più “potente”.

Annunci

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...