Sanremo 2018 – Fiorello star, polemiche Meta-Moro

Lo showman siciliano conquista il palco. A rischio qualifica “Non avete fatto niente”

Bisogna dire che questo giovane Rosario Fiorello è davvero un gran bel scalda pubblico, conduttore, cantante, praticamente uno showman che ha conquistato la platea del Festival di Sanremo 2018, battuto soltanto dal monumento storico più amato dagli italiani: Beppe Vessicchio.

Il 68° Festival della canzone italiana è iniziato con il ritmo calzante dello showman siciliano, che ha intrattenuto fino a quando non è arrivato il momento dell’ ingresso “in campo” di Claudio Baglioni, che a suon di pipponi poetici e sull’entità del Festival aveva fatto voglia di passare al film di Pieraccioni “Io & Marylin” trasmesso su Canale 5.

In una manifestazione che presenta Baglioni e la Vanoni, mancherebbero solo Garko, Versace ed il loro chirurgo plastico per una bella reunion.

27747991_1064760370330942_6111878845435061133_o.jpg

Non è stata male come prima serata, anche se consiglio di seguirla su Radio 2 perché ci si diverte di più, con buone prestazioni da parte di un Pierfrancesco Favino che si è sciolto man mano che ha potuto lasciarsi andare in esibizioni comico-canore-attoriali (peccato che a un tratto ci ha portato a ricordare un lavoro degli Oblivion!), e con Michelle Hunziker che avrebbe voluto saltare addosso al marito che non vedeva da due settimane.

Il problema è che passare dal bacio! bacio! bacio! al plagio! plagio! plagio! è questione di un attimo o meglio di qualche ora, quella che è servita a far scoppiare la bomba sul possibile plagio della canzone “Non mi avete fatto niente” di Ermal Meta e Fabrizio Moro.

Durante il Dopofestival è circolato su Twitter il brano “Silenzio” di Ambra Calvani e Gabriele De Pascali, portato dalla coppia a Sanremo Giovani 2016 e scritto da Andrea Febo, autore anche del brano dei Meta-Moro, magicamente fatto sparire dalla Rai sul suo portale, giusto per non creare caos mediatico anche se era già in corso. La scelta più idiota da fare!

photo_2018-02-06_23-02-04.jpg

Sottolineo una cosa non da poco: ad anticipare la circolazione della notizia sui social vi era stato un Tweet di Ilaria Cappelluti, speaker di R101, che aveva scritto “Non AVETE fatto niente. #Sanremo18”, giusto perché la cara Ilaria è otto passi avanti a tutti.

Il ritornello è uguale e questo denota la fantasia dell’autore e il ritornello cantato è identico a “Silenzio”. Ora sussiste un grosso problema regolamentare, il cui pippone voglio evitarvi segnalandovi i punti chiave affinché “Non avete fatto niente” di Meta-Moro si salvi dalla squalifica al Festival di Sanremo:

  • il brano non dev’essere stato eseguito in pubblico
  • non dev’essere stato pubblicato e reso fruibile sia gratuitamente sia a pagamento
  • l’eventuale uso di stralci campionati di canzoni già edite non deve superare 1/3 della canzone già editata.

Si attenderanno notizie sull’eventuale esclusione del brano in gara dalla sessantottesima edizione del Festival della canzone italiana.


Classifica dopo la prima serata

Le polemiche hanno fatto passare in secondo piano, se non addirittura al terzo posto, la classifica dei brani dopo la prima serata.

Non è stata definita la graduatoria dei pezzi in gara posizione per posizione, ma con suddivisione per fasce colorate: la blu per i brani nelle posizioni più alte, quella gialla per i singoli al centro della classifica e rossa per i fanalini di coda.

In fascia blu troviamo:

  • Annalisa – “Il mondo prima di te”
  • Lo Stato Sociale – “Una vita in vacanza”
  • Max Gazzé – “La leggenda di Cristalda e Pizzomunno”
  • Ermal Meta e Fabrizio Moro – “Non mi avete fatto niente”
  • Nina Zilli – “Senza appartenere”
  • Noemi – “Non smettere mai di cercarmi”
  • Ron – “Almeno pensami”

In fascia gialla sono presenti:

  • Luca Barbarossa – “Passami er sale”
  • Elio e le Storie Tese – “Arrivedorci”
  • Giovanni Caccamo – “Eterno”
  • Mario Biondi – “Rivederti”
  • The Kolors – “Frida”
  • Ornella Vanoni con Bungaro e Pacifico – “Imparare ad amarsi”

Chiude la classifica la fascia rossa:

  • Red Canzian – “Ognuno ha il suo racconto”
  • Decibel – “Lettera al Duca”
  • Diodato e Roy Paci – “Adesso”
  • Enzo Avitabile e Beppe Servillo – “Il coraggio di ogni giorno”
  • Roby Facchinetti e Riccardo Fogli – “Il segreto del tempo”
  • Le Vibrazioni – “Così sbagliato”
  • Renzo Rubino – “Custodire”.

Dieci dei venti artisti in gara tornerà a cantare questa sera, i restanti nella serata di giovedì.

Annunci

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...