SpankCoin, la criptovaluta del porno

La “moneta delle sculacciate” potrebbe vedere la luce grazie all’ICO di SpankChain

Per la felicità degli amanti delle criptovalute e del mondo del porno, prossimamente si potrebbe avere la criptomoneta nel mercato pornografico. Il merito va dato all’azienda SpankChain, la quale ha lanciato la ICO sulla Blockchain di Ethereum raccogliendo 7 milioni di dollari in poche ore.

Siccome non si può avere una moneta che non sia in tema col mercato di riferimento, la criptovaluta di SpankChain si chiamerà SpankCoin, tradotto letteralmente “moneta delle sculacciate“.

In casa SpankChain vanno molto orgogliosi di questo progetto, perché credono che la loro azione “sia il modo migliore per adattarsi ai cambiamenti in atto nell’industria per adulti – si legge sul sito ufficiale –. Questo è un modello di business equo per tutti i soggetti coinvolti”.

E i “soggetti” citati riguardano soprattutto gli attori: “L’industria per adulti opera ancora con lo stesso modello di business degli anni ’70 e intendiamo portarla nel nuovo millennio a partire da SpankStream.com”.

bitcoin

Vi starete domandando: cos’è SpankStream.com? Si tratta di una specie di YouTube del porno che, con l’iniziativa di SpankChain, porterà gli artisti a guadagnare qualcosina in più e in questo l’avvento di SpankCoin potrebbe diventare importante.

Va detto che dei proventi derivanti dai video (amatoriale e professionali) caricatisu SpankStream, la piattaforma prende il 15%, mentre il 75% va agli artisti e il restante 10% viene distribuito ai possessori di token SpankCoin. Se come me avete capito poco, alzate la mano.

L’azienda SpankChain aggiunge: “Crediamo che ciò che stiamo facendo sia il modo migliore per adattarsi ai cambiamenti in atto nell’industria per adulti. Questo è un modello di business equo per tutti i soggetti coinvolti”.

C’è un vantaggio legato al pagamento delle commissioni, che rispetto a quanto imposto dalle banche e da Paypal arrivano fino al 50%, la percentuale di queste commissioni con utilizzo della Blockchain scende fino al 95%.

In linea teorica è un bell’affare, ma nella pratica bisognerà vedere quanto ci sarà di vero. Comunque lo scopriremo nell’autunno 2018, data finale del lungo percorso di marcia di SpankChain.

Annunci

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...