“Ho sbagliato più di te”, la mia opinione sul libro di Redez

Un commento sul libro scritto da Nicola Palmieri (Redez di QDSS)

In un articolo scritto il primo dicembre avevo anticipato l’arrivo del libro “Ho sbagliato più di te” di Nicola Palmieri, noto come Redez youtuber del canale Quei Due Sul Server (insieme a Synergo) e di Tutto Sbagliato, il suo canale personale.

Dopo l’iniziale slittamento dell’uscita del libro fisico dal 7 al 14 dicembre e dopo aver aspettato il 31 dicembre per il formato ebook (link Amazon per l’acquisto), la lettura del libro è stata terminata e posso dirvi la mia opinione sul libro scritto da Nicola.

Premetto che non essendo un recensore né un esperto di libri (ma nemmeno di cinema nonostante qui io scriva di film), vi fornisco quella che è l’ottica da semplice lettore quale realmente sono.

Il titolo Ho Sbagliato Più Di Te mi aveva tratto in inganno, perché ciò che poteva essere il pensiero comune è stato tradito. Mi spiego meglio: considerando il momento di vita di Redez che usciva da una separazione coniugale, era facile pensare che il titolo si riferisse alla ex moglie e non ad un pubblico di lettori pronti a divorare le pagine del libro.

erifareitutto

In realtà, il contenuto del lavoro portato a termine da Nicola è un viaggio introspettivo in cui estrapola momenti di realtà vissuta, di errori commessi, di cazzate grossolane mettendoli a disposizione del lettore, consapevole di poter trovare altre persone che hanno vissuto momenti simili o che si stanno trovando in un momento di difficoltà tale da richiedere la guida di una persona di cui fidarsi.

La banalità di alcuni concetti espressi sono la visione appartenente a lettori come il sottoscritto con un certo tipo di carattere ed ad altri con altro vissuto, visione che lo stesso Nicola confermerebbe leggendo questo articolo.

Ciò che si scopre, a differenza di quanto detto da qualche youtuber, è che non è un libro per ragazzini, adolescenti o persone sotto i 25 anni, ma è adatto anche a chi la trentina d’anni l’ha toccata se non passata, perché non c’è una fascia d’età ben specifica a cui Nicola vuole mirare, ma un segmento di persone accomunate da una certa difficoltà nell’affrontare determinate cose che la vita mette davanti, cercando di essere un aiuto per loro al fine di uscire da situazioni di tristezza, depressione e voglia di fare un beato.

Ho cercato di sintetizzare il più possibile il concetto. Quindi, quando si acquista (o si riceve in prestito) e si legge soltanto Ho Sbagliato Più di Te non ci si deve aspettare uno stile di scrittura ben costruito e strappa lacrime, perché non sarà così, perché facilmente si rischia di perdersi e di mollare la lettura (i primi due capitoli ne sono la dimostrazione).

E allora comprarlo sì o comprarlo no? Sarò sincero. Uno solido di testa e di carattere come il sottoscritto direbbe di no senza alcun problema, se la scelta dipendesse dalla ricerca di qualcosa che possa lasciare il segno. Se siete persone con difficoltà caratteriali, problemi emotivi e di altro genere, questo libro scritto come come se fosse una chiacchierata amichevole col lettore può essere un buon acquisto, capace forse di aprire la mente a chi vede un po’ troppo buio in una vita che magari così scura non è.

Annunci

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...