CinesIN e CinesOUT

Gli smartphone orientali invadono i mercati. Quali marchi sono i più affidabili?

chinese-smartphone-uhubw9ogLa Cina continua ad invadere il mondo con i suoi prodotti, e fortunatamente solo con quelli e non con missili da lanciare in stile nordcoreano.

Tanti smartphone escono come il pane e ciò che li rende appetibili è soprattutto il prezzo, che li fa diventare concorrenti dei big soprattutto nella fascia medio-bassa ed in quella entry level.

In questo articolo colgo l’occasione di parlare, nel mio piccolo, dei dispositivi cinesi di “seconda fascia”, quelli che non tutti conoscono, e che comprendono device di importazione e quelli venduti negli store, a partire da Amazon.

Di questo “CinesIN & CinesOUT” non fanno parte i brand cinesi/taiwanesi più grandi, quindi Huawei (che ad oggi vende più di Apple, mi premeva sottolinearlo), Honor, Oneplus, ASUS e Lenovo (che forse sarebbe bene ritenere più americana, pensando alla sua sede, che cinese, se si pensa al luogo della sua fondazione).

I due marchi che fanno parte del segmento CinesIN sono Xiaomi e ZUK. Non stiamo parlando di device che fanno la barba ad iPhone X e 7 o agli ultimi Samsung, perché i loro top di gamma hanno qualche deficit nel comparto multimedia, mentre la parte di UI, soprattutto per Xiaomi con la sua MiUi, vince a mani basse.

Nubia avrebbe potuto farvi parte, ma negli ultimi mesi ha dato il peggio di sé, non andando a migliorare l’interfaccia utente, che ancora regala dei bug impressionanti, e non aggiornandosi a Nougat 7.0 (salvo qualche caso), quando già siamo dentro Android Oreo. Non cito il prezzo, perché basta e avanza per passare ai competitors.

Lo stesso vale per Meizu, che per sua sfortuna paga l’innalzamento dell’asticella del prezzo e il continuo cozzare le applicazioni Google, sufficiente a lasciarlo negli scaffali dei negozi fisici italiani.

Non citando Oppo, che mai ho provato e che è il device più venduto in Cina, il bacino di CinesOUT è pieno zeppo di device alla portata di tasche. Per citare solo qualche brand: Leagoo, Vernee, Oukitel, Ulefone, Doogee, Cubot, Elephone. E dico solo “qualche” perché non avete idea di quante sono le aziende cinesi che si danno alla produzione di smartphone.

La cosa che fa ridere è vedere brand cinesi che copiano i prodotti di altri competitors cinesi, come il caso di Doogee Mix, che non è altro che la riproduzione venuta male del Mi Mix di Xiaomi, oppure Elephone che produsse il modello S7, gran bella copia del Samsung S7 Edge, quasi identico solo nell’aspetto.


La sicurezza non esiste

I prodotti cinesi sono economici e alla portata di tutti, ma non sicuri, soprattutto per quello che riguarda la sicurezza dei dati personali.

A rilevarlo è il canale youtube Ridble Tecnologia, che ha testato tre device di tre modelli diversi, coinvolgendo anche Honor 9. Vi lascio il video in allegato, così da poterlo vedere e farvi una vostra idea.

Annunci

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...