Google Pixel 2 come i reni da donare per l’acquisto

Il device di casa Big G arriverà nella sola versione XL a quasi 1000 euro

maxresdefault-2-4Finalmente è scoccata l’ora per Big G di svelare i nuovi Google Pixel 2 e XL. Ma casualmente ce li sbattono in faccia a prezzi ancora una volta alti, seguendo la moda delle altre aziende che puntano ai 1000 euro per i loro top di gamma. Ma del prezzo torneremo a parlare tra poco.

Chiamateli pure fratelli gemelli, perché a parte diagonale dello schermo e batteria, praticamente sono la stessa identica cosa. E ci farebbe optare, se potessimo scegliere, per il più piccolo. Ah no, Google non ce lo manda. Ma anche di questo parleremo tra poco.

Google punta anche lei sulla realtà aumentata, utilizzando “AR stickers” di Strangers Things 2 durante la presentazione, ed enunciando la possibilità di portare i personaggi del nuovo film Star Wars, con il bijoux (a detta loro) di vederli interagire tra loro e con l’ambiente circostante.

Ecco le caratteristiche di Google Pixel 2 e versione XL (fonte http://www.androidworld.it):

  • Schermo: 5” full HD / 6” QHD+ (2.880 x 1.440 pixel, 18:9) P-OLED con Gorilla Glass 5
  • CPU: Qualcomm Snapdragon 835 con GPU Adreno 540
  • RAM: 4 GB LPDDR4X
  • Memoria interna: 64 / 128 GB non espandibile
  • Fotocamera posteriore: 12,2 megapixel f/1.8, sensore da 1/2,6” , pixel grandi 1,4 μm
  • Fotocamera frontale: 8 megapixel f/2.4
  • Connettività: nano SIM, Wi-Fi ac dual band, Bluetooth 5.0 LE, NFC, GPS
  • Batteria: 3.520 mAh con fast charge (Pixel 2 XL)
  • Dimensioni: 157 x 76,2 x 7,6 mm (Pixel 2 XL)
  • Peso: 175 grammi
  • OS: Android 8.0 Oreo.

C’è una cosa in cui non peccavano i vecchi Pixel: la fotocamera. Come le troviamo su Pixel 2 e XL? Google dice di aver lavorato su un sistema che funziona in presenza di sfondi difficili e che lavora anche sugli oggetti.

Vi è anche un sistema di elaborazione software che dovrebbe migliorare la modalità ritratto per i selfie, e la presenza dell’OIS sui video che va a combinarsi con l’EIS, che tradotto in concreto significa massima stabilizzazione (problema presente in molti device).


Prezzi e vendita in Italia

Ora sì che possiamo parlare di prezzi e di santi che verranno tirati dai Google addicted. In Italia dovrebbe arrivare a novembre e soltanto nel formato XL, così si sarà costretti a spendere di più. E il prezzo di uscita sarà di 989 euro, poco meno di quello di Samsung Galaxy Note 8 al day one.

Giusto perché Google non vuole essere seconda a nessuno anche nei prezzi, se escludiamo iPhone X di Apple (visto che Galaxy Note 8 è già sceso online).

Annunci

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...