Telegram, tra novità e il lancio di Telescope

L’applicazione di messaggistica vede l’introduzione di pagamenti bot e videomessaggi

Telegram continua il suo percorso di crescita, introducendo nuove funzionalità che fortunatamente la contraddistinguono dalla diretta rivale Whatsapp.

Le novità presentate la diversificano dal social di messaggistica più usato dagli utenti e forse la porterà su di qualche posizione in classifica tra le applicazioni più scaricate dal Play Store (al momento è al 17o posto).

Telegram-video-messaggi-658x384Anche se è bene sottolineare una cosa: Telegram non perde il confronto con l’app rivale per questioni di prestazioni, sicurezza e funzionalità, perché all’atto pratico funziona decisamente meglio. Sfortunatamente, Whatsapp è più “moda” che performance: tutti la hanno e quindi tutti la utilizzano.

Passiamo al sodo e quindi alle novità che Telegram ha introdotto. La versione 4.0 prevede la possibilità di registrare videomessaggi da far vedere a uno o più utenti. Per farlo basterà cliccare in basso a destra sull’icona “microfono”, che si trasformerà in un quadratino che andrà cliccato per avviare la registrazione del video da condividere.

La chicca, però, sta nella possibilità di fare vedere questi video anche a chi non dispone di account Telegram.

A giovare di questa funzione sono anche (e forse “soprattutto”) i canali pubblici Telegram, che grazie alla funzione Telescope potranno sfruttare il canale come se fosse una piattaforma di hosting video per comunicare con il loro pubblico, con la possibilità di farli diventare virali anche al di fuori dell’ecosistema Telegram.

Infatti, i video potranno essere condivisi anche sui social Facebook e Twitter. Attenzione alla durata dei video stessi, che non potrà superare i 60 secondi.

Acquisti in chat

La seconda importante novità targata Telegram riguarda la possibilità di effettuare pagamenti senza dover uscire dalla chat, senza dialogare con un qualsiasi essere umano e dovendo interagire soltanto con un bot.

Questo sarà possibile per i prodotti del marchi che svilupperanno un software apposito, con ovvia aggiunta del tasto “Pay” per avviare la procedura di pagamento. Gli utenti, da parte loro, dovranno inserire i dati della carta di credito, stessa procedura di Paypal, giusto per fare un esempio molto semplice.

Leggere i contenuti senza browser

Se le novità relative ai messaggi video e ai pagamenti bot non fossero abbastanza, Telegram gioca anche la carta Instant View. Questa piattaforma ricorda, sia nelle funzioni sia nel nome, gli Instant Articles introdotti da Facebook, funzione nota però a chi ne usufruisce.

Per i neofiti, si tratta di una piattaforma che permette la lettura dei contenuti condivisi nelle chat senza la necessità di utilizzare i browser Chrome e affini. Gli articoli sono ottimizzati per i mobile, il layout è più leggero e la visualizzazione ne giova in velocità.

Annunci

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...