ESC2017 amaro per l’Italia: è sesta

“Occidentali’s Karma” bocciata dalla giuria e a metà dal pubblico. Vincono Sobral e il Portogallo

C_vjNydXkAE3nznKIEV – Inutile prenderci in giro pochi minuti dopo la fine dell’ESC2017. L’Italia esce sconfitta nonostante i favori del pronostico ed una rotazione radiofonica internazionale che basterebbe a regalare almeno 5 statuette a Francesco Gabbani, ad “Occidentali’s Karma” e a l’Italia intera.

Vince il Portogallo, che nella giornata della finale degli Eurovision Song Contest di Kiev ha superato Gabbani nei favori dei pronostici. Bel brano quello di Sobral a detta di molti, una rottura di palle per quello che mi riguarda.

Sì, non mi piace dir balle seguendo il carro: a me “Amar Pelos Dois” non è piaciuta affatto, mentre le esibizioni di Moldavia e Bielorussia sì. Ci metterei anche il Regno Unito, ma giusto per collegarmi ad una grandissima puttanata pubblicata dall’account ufficiale BBC Eurovison: “Tornatene a casa Italia sei ubriaca (o per lo meno speriamo che tu sia ubriaca)”.

Una frase pubblicata da una delegazione internazionale mette in imbarazzo la nazione di appartenenza della Delegazione e fa incazzare non poco noi italiani, e che dimostra quanto la Brexit abbia comportato l’uscita di neuroni sani dai cervelli dei delegati.

222427563-a129e6ac-95ac-481a-9cd1-4ed751fda649L’Italia ne esce delusa, con l’amarezza del solito biscottone delle varie giurie (escludendo Albania e Malta, che ci hanno premiato con 12 punti!) e una considerazione buona ma non ottima del pubblico da casa.

Anche se tutto questo solo ed esclusivamente nel contesto ESC2017, perché le rotazioni radiofoniche e le visualizzazioni di Occidentali’s Karma parlano chiaro, come il premio della stampa consegnato a Francesco Gabbani poco prima della finale.

“Tra le granite e le granate” e le altre hit dell’estate, per #lascimmianudaballa ci sarà ancora poco spazio (live a parte), ma quanto basta per essere orgogliosi e riconoscenti di aver ben rappresentato l’Italia all’estero, potendo andare orgogliosi di qualcosa che non ci faccia cader la faccia con la solita “mafia, pizza e mandolino”.

Di questa edizione prendiamo comunque il positivo. Gabbani ha spopolato in Europa, dal Canada arrivano i complimenti, il pubblico in platea a Kiev è stato trascinato e lo Stato di San Marino andrà occupato!

Se avete perso l’esibizione finale di Gabbani, ecco qui sotto il video. Namaste, alè!

Annunci

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...