Torna Tamagotchi, non fatelo morire

Bandai Namco fa risorgere uno dei prodotti più desiderati negli anni Novanta

C9OwIrMV0AAppvLIl 2017 deve essere l’anno dei ritorni. Dopo il Nokia 3310, in versione rivisitata e dal display un po’ più grande, la Bandai Namco ci fa piombare in lacrime di commozione con il ritorno del Tamagotchi, con un display un po’ più piccolo.

In tempo di smartphone grandi come citofoni e del new vintage che ci porta indietro nel tempo, è strano vedere un oggetto tornare dopo anni di latitanza e con dimensioni decisamente ridotte.

Ma andiamo al sodo. Come si mostra il nuovo Tamagotchi?

Già presente negli scaffali dei negozi giapponesi al prezzo di 1900 yen (16 euro), il mostro virtuale si presenta con display piccolo, come già detto, e con tre pulsanti per dargli da mangiare, curarlo, tenerlo pulito, metterlo a dormire, giocare con lui e sgridarlo quando serve.

La missione, uguale a quella del “passato”, che lo vide protagonista con ben 76 milioni di unità vendute, è quella di renderlo un pulcino felice e soprattutto cercando di non farlo morire.

Curatelo bene

Ecco qual è il problema da affrontare: non fare crepare il nostro Tamagotchi.

Sì, perché cari 2000 (e più), la generazione di bambini e adolescenti anni Novanta non aveva questa attitudine a curarlo per come andava fatto. Anzi, erano più le volte in cui il pulcino finiva col morire che quelle in cui riusciva a mangiare e defecare senza che avesse qualche problema.

Sorvolando su adolescenti e pre-adolescenti, che avevano cose più importanti a cui pensare (oltre a spendere soldi per il Tamagotchi senza un vero perché!),  i bambini erano soggetti a vere e proprie crisi di nervi quando il piccolo animale moriva.

Un segnale non rassicurante al tempo, tanto che si pensava di metterlo al bando dal mercato, senza pensare che la prima cosa necessaria da fare era quella di fare capire ai bimbi che si trattava di un animale virtuale e non di un pet realmente esistente.

Chissà se Tamagotchi versione 2017 vedrà lo stesso successo che cominciò ad assaporare 21 anni fa.

Annunci

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...