Se le canzoni sanremesi diventassero spot?

Ecco quali settori commerciali potrebbero usare alcune delle canzoni in gara al Festival

canzoniDa un botta e risposta su Telegram riguardante il film Lego Batman nasce l’idea di questo articolo.

Se i titoli delle canzoni del Festival di Sanremo fossero usati come slogan pubblicitari, quali aziende li adotterebbero?

Sperando che gli artisti e le case discografiche non mi fanculizzino nel giro delle prossime ore, ecco quali settori merceologici potrebbero utilizzare i titoli delle canzoni di Sanremo 2017 per campagne pubblicitarie.

Come potrete vedere, sono solo alcune delle canzoni della categoria “Big” presenti in gara. I titoli delle Nuove Proposte non mi hanno suggerito alcuna ragione d’uso.

Ah, prima di lasciarvi alla breve e tranquilla lettura, non sono stati inseriti i nomi dei brand per evitare accuse di markette. Ma tanto le aziende non mi avrebbero pagato lo stesso. 😛

LE MAGNIFICHE SETTE

Se non ci fossero le lavatrici, saremmo letteralmente fottuti, in termini di tempo e di fatica. E Che sia benedetta di Fiorella Mannoia è lo slogan ideale per le aziende operanti in questo settore, nonché messaggio di sollievo per chi le utilizza in casa.

Vietato morire di Ermal Meta la vedo molto adatta a spot che hanno a che fare con i defibrillatori. Visto che in Italia molte strutture non li possiedono, farebbe parte di Pubblicità Progresso.

Sperando che mai i defibrillatori siano necessari durante l’amplesso, Togliamoci la voglia di Raige e Giulia Luzi diventa lo slogan ideale per le aziende venditrici di preservativo. È consigliato l’utilizzo della canzone come sottofondo.

Fatti bella per te di Paola Turci trova una ragione d’uso piuttosto scontata, posizionandosi nel settore del make up. Sapete che vi dico? Date le doti di bellezza e sensualità nel suo bagaglio, voglio proprio la Turci come testimonial!

Il titolo del brano portato da Samuel Romano può essere visto come un presagio, una visione positiva o come una minaccia. Ma Vedrai può essere lo slogan ideale per le aziende che operano nel “settore ottica”, come…..ho promesso di non fare nomi.

Fa talmente male di Giusy Ferreri è una delle canzoni sanremese che più passano in radio. Adatta per prodotti che risolvono quel disturbo fastidioso chiamato “mal di testa”, io la vedo adatta anche per prodotti che curano le emorroidi. Scusate, ho grossi problemi.

E infine Il diario degli errori di Michele Bravi. Va beh, qui tirare in ballo le scuole di riparazione per sgrammaticati è cosa scontata.

Annunci

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...