Collateral Beauty

Si può davvero cogliere la bellezza collaterale di una tragedia quando questa si presenta?

collateral-beautyIn testa alla classifica del box office Italia nello scorso weekend ed una sola antagonista (almeno secondo mymovies.it): Allied.

Sul secondo punto si può essere d’accordo, ma Collateral Beauty ha quel tocco in più che colpisce lo stato d’animo rendendolo molto fragile alle emozioni che sfociano in lacrime.

Non sono facile ad essere soggetto ad impatti emotivi di un certo tipo, ma l’interpretazione di Will Smith, la trama del film e come è stato confezionata l’intera pellicola hanno colpito nel profondo.

E la cosa, a mio avviso, è ancora più amplificata in quelle persone che hanno vissuto l’esperienza di vita raccontata nel film.

collateralQuella di un padre ed una madre che perdono la propria creatura e che non riescono a superare questo immenso dolore.

Ma nonostante l’effetto domino possa portare ad un effetto domino moralmente devastante, nel dolore bisogna avere la capacità di cogliere la  sua bellezza collaterale.

E a cui viene chiesto di saper cogliere la bellezza collaterale nel momento del dolore che stanno attraversando.

Ma non è la sola storia presente all’interno del film, rendendo estremamente interessante la pellicola di David Frankel.

Valutazione: 4,3 stelle su 5.

IL FILM

Howard Inlet (Will Smith) è un uomo che ha smesso di vivere da 36 mesi, dopo la morte della figlia di appena sei anni.

Il suo isolamento dal mondo reale ed i suoi atteggiamenti stanno portando l’azienda (di cui è socio di maggioranza) al rischio del fallimento.

cb-07Non volendone sapere di vendere per tenerla a galla, i suoi amici (o ex?) e partner commerciali Whit Yardsham, Claire Wilson, e Simon Scott (Edward Norton,  Kate Winslet e Michael Peña) passano alle maniere forti.

Ingaggiando l’investigatore Sally Price (Ann Dowd) e gli attori Aimee Moore (Keira Knighley), Brigitte (Helen Mirrer) e Raffi (Jacob Latimore), cercano di dimostrare in quale stato mentale vive Howard e quale pericolo corre l’azienda.

Gli attori, che nell’ordine rappresentano amore, morte e tempo, saranno un supporto morale anche per coloro che li hanno pagati per recitare.

Tanti protagonisti e tante storie all’interno del film, a cui si aggiunge la figura di Madeleine (Stella Musy), che cercherà di far uscire Howard dal suo guscio e di cui si scopriremo un “segreto” nel finale.

Annunci

Un commento

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...