Assassin’s Creed

Film alla portata soltanto di chi conosce il videogame?

Riguardo La ragazza del treno e Il grande gigante gentile dissi che le storie dei libri non vanno riportate al cinema.

assassin-creed-5_jpg_1003x0_crop_q85La stessa domanda andrebbe fatta anche nel caso dei videogames. Vale davvero la pena portare la saga di un gaming al cinema?

È una domanda a cui Assassin’s Creed potrebbe dare una risposta, che sfortunatamente è tra il sì e il no, quindi ni.

La panoramica vista da due ambienti differenti porta ad una duplice e differente considerazione del film:

  • quasi attinente al gioco, secondo chi conosce realmente Assassin’s Creed
  • confusionario e alla fine eccessivamente noioso per chi ha approcciato per la prima volta a questo “mondo”.

Si apprezza il tentativo fatto da Justin Kurzel, però il film mi ha dato la sensazione di frammentarietà e confusione in molte sue parti.

Probabilmente non si è ancora maturi per portare una qualsiasi saga dei videogames al cinema, anche se questo tentativo apre strade e spunti da dover seguire con attenzione.

Valutazione: 2,7 stelle su 5.

IL FILM

assassins-creed-film-header-1280jpg-685176_1280wAl suono di Mamma son tanto felice perché ritorno da te, un ragazzino di nome Callum Lynch (Michael Fassbender) torna a casa e vede la madre morta, assassinata dal padre che lo invita a scappare.

Disgrazia a parte, si torna ai giorni nostri con Callum condannato a morte in una struttura a Madrid e sul punto di subire un’iniezione letale, quando la scienziata Sophia Rikkin (Marion Cotillard).

Perché la donna, a capo della Fondazione Abstergo, salva l’uomo? Si è innamorata, ha gli estrogeni a mille oppure ha altre idee per la testa?

Non essendo minimamente arrapata alla vista di Callum, la risposta da prendere in considerazione è la terza.

assassins-creed-gallery-05-gallery-imageLa dott.ssa Rikkin, infatti, sta cercando la mela dell’Eden, elemento contenente il codice genetico del libero arbitrio, per eliminare la fame di violenza che sta consumando il genere umano.

Dopo aver rivelato all’uomo che lui stesso è un discendente di Aguilar (sempre Michael Fassbender), la donna introduce l’uomo nel progetto Animus e usandolo come cavia umana.

Che cosa sta per scoprire la dottoressa Rikkin? E chi sono gli altri personaggi con cui Callum ha a che vedere dentro la struttura madrilena?

Sta di fatto che l’equipe al lavoro vede la storia di Aguilar e trova la sede della mela dell’Eden.

Un’occasione ghiotta per ridare speranza all’umanità, anche se l’interesse di Alan Rikkin (Jeremy Irons) è un altro. Proprio mentre sta per scatenarsi l’inferno.

Annunci

3 commenti

      1. Quel blogger sono anni che ci regala una perla dietro l’altra. Spero che non si ritiri mai: sapessi quanti bei blog ho visto morire, in 9 anni di WordPress… grazie per la risposta! 🙂

        Mi piace

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...