Masterminds – I geni della truffa

La commedia sulla più grande rapina della storia statunitense

Nonostante qualche problema di troppo (finanziari in modo particolare) che ne ha rinviato l’uscita, con l’assenza di Jim Carrey per altri impegni lavorativi, finalmente abbiamo avuto modo di vedere al cinema Masterminds – I geni della truffa.

Il film è tratto da una storia vera, quella della rapina di oltre 17 milioni di dollari ai danni della Loomis Fargo, e raccontata sotto forma di commedia (dal voto 4,1 stelle), per renderla digeribile soprattutto all’FBI, che ancora si mangia le unghie per…lo scoprirete alla fine.

LA TRAMA

masterminds-geni-della-truffa-recensione-v5-31461-1280x16David Ghantt (Zach Galifianakis) si presenta come uomo semplice, brutto più del Grinch, peloso e in procinto di commettere la più grande cavolata della sua vita: sposarsi.

Per non doversi prendere a martellate sugli zebedei, prende una bella cotta per la collega Kelly Campbell (Kristen Wiig). Quasi dimenticavo, David lavora come autista di un furgone blindato per la Loomis Fargo.

Un bel giorno Ghantt si chiede: come posso dare una botta di vita alla mia esistenza? Semplice, facendo una bella rapina nel suo posto di lavoro.

Fregandosene della moglie perché tira più un pelo di Kelly che un carro di suocere rompiballe, e facendosi usare da “Geppetto” (non è il falegname di Pinocchio, ci teniamo a specificarlo), vero nome di Steve Chambers, mette a segno il colpo da 17 milioni di dollari.

i_geni_della_truffa_07E son soddisfazioni, soprattutto per Geppetto, che così ha tentato di scrollarsi di dosso lo slogan l’analcolico biondo che fa impazzire il mondo (vedete la faccia di Owen Wilson e capirete il perché di questa battuta idiota).

Tornando seri, dopo la rapina lo scenario è il seguente: David parte per il Messico con 20 mila dollari, Steve si prende l’intero malloppo e fa la bella vita, giusto per non dare nell’occhio dei vicini, e Kelly è più indecisa di Brooke davanti a 30 uomini in Beautiful.

David rimane deluso da Kelly, ma soprattutto scopre il gioco sporco di Geppetto, di cui scoprirà la reale identità.

Geppetto, o Steve che dir si voglia, tenta di mettere a tacere in modo definitivo Ghantt mandando in Messico un sicario per farlo fuori. Ma botta di culo vuole che le generalità ed altri dati dell’uomo siano gli stessi di quelli “falsi” usati da David.

Questo gli permetterà di salvarsi le penne e di mettere al riparo quelle di Kelly, entrata nella lista nera di Steve.

Untitled Armored CarLa vendetta di Ghantt viene servita fredda in casa di Chambers. Libera Kelly, tenta la fuga arrestata dai cancelli della villa, viene raggiunto da Steve che come un pirla vuota il sacco in presenza di agenti dell’FBI nascosti in un furgone.

E così Ghantt e Kelly sconteranno 7 anni in due diversi carceri federali, mentre per Steve gli anni saranno 11.

Perché ho detto che la commedia forse addolcisce l’FBI? Perché all’appello mancano 2,5 milioni di dollari, gli stessi nascosti in un barile gettato al lago da parte di Ghantt. Con rodimento di culo per gli agenti federali.

Annunci

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...