Kubo e la spada magica

Ma l’arma vincente è un’altra!

Leggi il titolo Kubo e la spada magica e immagini degli effetti speciali legati all’uso dell’arma.

Ma visto che il film mostra ben altro, magari la Universal Picture Italia spiegherà perché chiamarlo Kubo e lo shamisen magico o Kubo e le corde magiche facesse loro così schifo.

kubo-e-la-spada-magica-immagini-27Parlando della pellicola, siamo in Giappone e il protagonista è un bimbo di nome Kubo, non è elevato alla terza, non è parente di Rubik e la benda all’occhio che porta non legittima a cantargli Porta in alto la mano, segui il tuo capitano…

È un cantastorie, suona il suo shamisen (strumento giapponese a tre corde) e dà vita ad origami grazie ai quali racconta storie di un villaggio, senza portarle a termine per tornare dalla madre prima che faccia buio.

Suo padre è un ex samurai morto in battaglia, ma di cui Kubo conosce poco se non nulla, e la madre alterna momenti di serenità ad altri di depressione pura, prendendo le sembianze che san di misto tra Samara (The Ring) e Morticia (Famiglia Addams).

Siccome il bimbo avrebbe dovuto fare qualche danno, per sbaglio rievoca uno spirito malvagio e per lui sono cavoli amari.

Gli spiriti delle zie riescono a trovarlo e la madre, per salvarlo, sacrifica la sua vita, spedendo Kubo in una zona remota ed innevata.

53775_pplPer potersi salvare definitivamente, Kubo dovrà trovare una spada indistruttibile, un kimono e un elmo. Riuscirà nell’impresa?

Per realizzarla sarà coadiuvato da Scimmia, essere incazzoso ed antipatico, e Scarabeo, ex samurai smemorato racchiuso in un insetto.

Trovato il primo elemento, si avviano partendo a bordo di una nave creata dalle capacità magiche di Kubo (chiamato l’Harry Potter del Giappone) .

Gli spiriti di quelle stronze zie di Kubo li trovano e li attaccano. Uno spirito si dilegua, l’altro viene ucciso da Scimmia; Kubo trova il kimono nel fondo del lago e va in catalessi, ma l’intervento di Scarabeo scongiura il peggio.

SCIMMIA NON È L’AMULETO

Una volta sani e salvi, è il momento di vuotare il sacco. Scimmia non è un amuleto portato in vita dalla madre, ma è la madre stessa di Kubo, e l’effetto magico sarà attivo ancora per poco tempo.

kubo-and-the-two-strings-poster-e1449740519612Scimmia, o madre che dir si voglia, racconta la sua vera storia, dall’amore nato per il padre di Kubo all’ira del nonno demone che si è sentito tradito, con conseguente strappo di uno dei due occhi di Kubo, giungendo alla morte del padre.

Ma il bello è che il padre è ancora vivo ed è reincarnato in Scarabeo. Sembra una storia degna di C’è posta per te, ma è proprio così.

E lo scopriranno quando i tre affronteranno la seconda zia di Kubo, nel luogo apparso in sogno al bimbo e in cui dovrebbe risiedere l’elmo mancante.

La zia fa fuori Scarabeo e ferisce Scimmia che già era messa male, alla faccia del “Kubo non dovrà restare solo”.

A dimostrazione che la spada magica in realtà serve a una beata mazza, Kubo strampella di violenza lo shamisen ed elimina la zia.

LA VENDETTA DEL NONNO

kuboTutto finito? Sarebbe troppo bello. E infatti il nonno di Kubo, incazzato e voglioso di strappare l’occhio al nipote, si presenta davanti a lui.

Il nonno, mostro dalle sembianze umane che se ne fotte altamente del fatto che si trovi davanti a suo nipote, tenterà in tutti i modi di farlo fuori.

Kubo non solo ha potenzialità assurde mostrate durante il film, ma ha uno shemisen stra-fichissimo, che sarà fondamentale per far fuori il nemico.

In maniera alquanto clamorosa, il nonno non è morto, ma la sua parte malvagia sì, che va via portando con sé i ricordi negativi.

A ricordargli la bontà della persona che era ci pensa la comunità del villaggio dove Kubo raccontava storie per racimolare soldi.

L’INIZIO INGANNA

I primi minuti del film potrebbero portare ad imprecare sui soldi spesi per la sua visione e magari ad alzarvi, ma col prosieguo comincia a prendere l’interesse dell’utente.

È un film adatto a tutti, dal finale non scontato e che potrebbe portare a qualche lacrimuccia per il suo finale.

Vedere Kubo e la spada magica vale la pena e il voto di 4 stelle su 5 è senza dubbio meritato.

Annunci

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...