go with me

Go With Me

Una giovane donna ed un uomo anziano uniti alla ricerca del nemico Blackway

go_0Go With Me“, film diretto da Daniel Alfredson, racconta la storia di Lillian (Julia Stiles), che cerca nei rappresentanti della legge un aiuto per sfuggire alle molestie di un uomo.

Quest’uomo si chiama Blackway (Ray Liotta), è un ex poliziotto diventato un criminale temutissimo nella zona, tanto che nessun cittadino osa andargli contro.

È un uomo di forza brutale e violenza inaudita, molestatore con in mano un motel in cui delle minorenni lavorano come prostitute.

La donna non trova nello sceriffo l’aiuto da lei cercato. Anzi, l’uomo le consiglierà di cercare il vice sceriffo e di andarsene dalla città, la stessa in cui lei è nata e tornata a vivere, dopo l’esperienza a Seattle.

La ricerca del vice sceriffo non va a buon fine, ma incontra Lester (Anthony Hopkins) che si offre di aiutarla nella ricerca di Blackway, portando con sé anche Nate (Alexander Ludwig), un ragazzone un po’ ritardato e di buona indole.

I tre cominciano il viaggio alla ricerca del nemico, riuscendo a strappare informazioni alle persone che incrociano nel loro cammino.

Con prosieguo del viaggio si capisce la ragione della decisione di Lester. L’anziano uomo ha perso la figlia per colpa delle molestie di Blackway, e usando Lillian e Nate come cavie cerca di farsi trovare dal suo acerrimo nemico.

E spuntano anche i particolari delle molestie di Blackway nei confronti di Lillian, cominciati quando lei lavorava come cameriera.

go-with-me-recensione-600x360Il piano di Lester riesce alla perfezione. Lui, Nate e Lillian vengono trovati da Blackway, presentatosi insieme ad un suo scagnozzo, il quale riesce a ferire il vecchio alla scapola.

Nate le prende di santa ragione da Blackway, che parte alla ricerca di Lillian, ma riesce ad aver la meglio sull’altro uomo, nonostante le abbia prese pure da lui.

Con Nate e Lester che sembrano fuori gioco, l’attenzione si sposta sulla caccia alla donna da parte di Blackway.

Lillian, bella bionda dalla grande determinazione, dimostra di avere meno cervello di quel che si pensa quando, nel tentativo di scappare, si ferisce con una grossa scheggia di vetro conficcatosi nella sua coscia.

Tralasciando questo particolare, Blackway la trova e sembra avere tutto il tempo per farla fuori, ma spunta Leister che gli spara un colpo di fucile in pieno petto, uccidendolo.

La sua morte sancisce la fine dell’incubo per Lester e Lillian, e con Nate che è così malconcio da essere adatto alla notte di Halloween, si dirigono verso la località in cui vivono.

VALUTAZIONE

In “Go With Me” si ha la fortuna di non capire la storia di Leister sin da subito, mentre quella di Lillian si mostra frammentata in due parti: all’inizio, quando viene ucciso il suo gatto, e a metà del film.

Il film, però, non cattura a pieno l’attenzione di chi lo guarda, non crea tensione, patos, emozione, e muore con la fucilata di Lester a Blackway.

Per quanto la trama sia interessante, le sequenze del film non riescono a mostrarne altrettanto.

Per questo motivo, il mio voto è: 2,8 stelle su 5.

Annunci

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...